ASD Pol. Citta2mari: sito ufficiale della società di badminton di Taranto - clubeo

TROFEO CONI 2017 - il rientro... ma si continua

24 settembre 2017 - 21.09

TROFEO C.O.N.I.  Kinder+Sport   21-24 settembre 2017   Senigallia (MARCHE)

4 ragazzi tarantini hanno rappresentano la puglia del BADMINTON

Invase da migliaia di atleti in erba le strade di Senigallia nelle Marche dove si è aperta la quarta edizione del Trofeo CONI Kinder+Sport. Oltre 3000 ragazzi provenienti da tutta Italia (21 delegazioni nazionali presenti), con in testa le bandiere di Canada, Stati Uniti (all’esordio) e Svizzera: le tre delegazioni straniere che si misureranno e si confronteranno, fino a domenica, con i loro coetanei in una vera e propria festa dello sport.

Presenti i vertici nazionali a partire dal presidente del CONI, Giovanni Malagò.

Trentuno Federazioni Sportive Nazionali, nove le Discipline Sportive Associate partecipanti, oltre 3100 atleti, circa 900 tecnici, 37 impianti e 200 volontari coinvolti: numeri importanti che documentano il lavoro di organizzazione del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, del Comitato Regionale Marche e delle amministrazioni coinvolte.

In questa miniolimpiade italiana presenti nomi eccellenti di campioni azzurri che hanno reso grande e che ancora fanno vincere l’Italia Team nel mondo. In tanti hanno risposto all'invito: dal portabandiera italiano a Sydney 2000 e stella dell’Italbasket degli anni ‘90, Carlton Myers, ai campioni della lotta Frank Chamizo, Daigoro Timoncini e Carmelo Lumia, a quelli del judo Matteo Marconcini e Lucia Morico, passando per quelli del karate Luigi Busà e Sara Cardin. E ancora, sul palco, anche le ginnaste azzurre Talisa Torretti e Milena Baldassarri.

Il via alla manifestazione è stato dato al termine della lettura del giuramento degli atleti e pronunciando la formula di rito.

Il Badminton ha esordito all’ITCG Corinaldesi di Senigallia con 14 Regioni presenti: Alto Adige (ASV Malles), Calabria (Badminton Paola), Campania (BC Celeste), Emilia Romagna (Goldoni Carpi), Lazio (SS Lazio), Liguria (Genova BC), Lombardia (GSA Chiari), Marche (Fano Badminton), Molise (ASAM), Piemonte (Boccardo Novi), Puglia (Città 2 Mari), Sardegna (BC Angelo Roth Alghero), Sicilia (Le Racchette) e Veneto (SC Primavera).

La presenza dei nostri atleti, giovani tarantini, impegnati a difendere sportivamente la nostra Regione, ci rende particolarmente orgogliosi. Confermando che il nostro territorio sforna talenti in tutti i campi sportivi specialmente in quelli meno valorizzati ma di alto interesse in quanto sport Olimpici.

Accompagnati in questa avventura dal nostro giovane e bravo Tecnico Wojtowicz Marcin, polacco ma cresciuto sportivamente da noi, i tarantini

F   Giulia Chiurlia          classe 2004      16^ in C2  delle classifiche nazionali

F   Giulia Chiloiro         classe 2003      15^ in C2

M  Noviello Michele   classe 2005       11^ in C2

M Gianciotta Nicolò    classe 2005      16^ in C2

Prestigiosa la prestazione di tutti gli atleti pugliesi presenti piazzandosi al 4° posto generale del Trofeo (quinto effettivo visto l’ex equo del terzo posto) dietro soltanto a regioni che seguono lo sport in maniera più attiva e presente.

 

CLASSIFICA FINALE (pagina CONI)

 

LOMBARDIA          punti  109

LAZIO                               106

PIEMONTE E VENETO    105

PUGLIA                             100

 

 

Al rientro tutti i nostri atleti saranno impegnati il 1 ottobre al Palaflorio di Bari in occasione del Gran Prix “Memorial  PAGLIARA” Torneo Nazionale che assegna punti validi per le classifiche nazionali. 

 

Commenti

NELLO SPORT COME NELLA VITA!

SALUTE E BADMINTON

ANTIDOPING

Morire di doping

da NonSoloFitness

Il Doping uccide, ma nel mondo dello sport l'imperativo è negare, negare sempre. Anche di fronte all'evidenza più eclatante saranno in molti a sostenere che non c'è prova che la morte sia dovuta al doping.

Perché morire di doping è un'infamia?

AutoreDottor Pierluigi De Pascalis

bellissimo articolo che trovate qui 

http://www.nonsolofitness.it/editoriali/morire-di-doping.html

     FIBa - Norme Antidoping 2018