ASD Pol. Citta2mari: sito ufficiale della società di badminton di Taranto - clubeo

IL BADMINTON NON HA ETA'

Dal punto di vista fisiologico, il badminton può essere inserito nel gruppo di discipline a impegno aerobico-anaerobico alternato. Risultano particolarmente sviluppate la velocità d'esecuzione del gesto tecnico specifico, la coordinazione neuromuscolare generale, la prontezza di riflessi e la resistenza a sforzi intensi, intervallati e protratti. Al giocatore sono richieste doti di concentrazione e inventiva che si esplicano nei continui e repentini cambiamenti della tattica di gioco, in rapporto all'avversario e, nel doppio, al compagno di squadra. L'età d'inizio più proficua per la pratica va dai cinque ai dieci anni. È uno sport indicato anche agli anziani, in quanto a basse velocità risulta facile e contribuisce a ritardare i fenomeni di senescenza.   da  besport.org/sportmedicina 

LO SPORT CON LA RACCHETTA

 SPORT DI RACCHETTA I MIGLIORI SPORT  SALVAVITA 

  Studio pubblicato sul 'British Journal of  Sports Medicine'

 Per la salute, meglio usare la racchetta che dare calci a un pallone. Una ricerca internazionale guidata dall'Università di Sydney ha infatti scoperto che gli sport di racchetta (tennis, squash, badminton), con nuoto, aerobica e ciclismo offrono vantaggi salvavita in più rispetto alla corsa e al calcio. Pubblicato oggi sul 'British Journal of Sports Medicine', lo studio ha anche riscontrato che, in particolare, la morte per malattie cardiovascolari si riduce nelle persone che praticano questo tipo di attività fisica.

L'indagine ha esaminato 80.000 adulti di oltre 30 anni di età, per valutare il legame tra la pratica di 6 diverse discipline sportive e il rischio di morte. I ricercatori hanno tratto le risposte da 11 indagini sanitarie annuali rappresentative a livello nazionale per l'Inghilterra e la Scozia, realizzate tra il 1994 e il 2008. Secondo quanto osservato, il rischio di morte per qualsiasi causa è risultato: del 47% più basso fra coloro che praticano sport con racchetta (tennis, squash, badminton); del 28% più basso fra i nuotatori; del 27% inferiore tra coloro che fanno aerobica; del 15% più basso tra i ciclisti. Il tutto rispetto a chi non ha mai provato queste attività. Ancora, il rischio di morte per malattie cardiovascolari è risultato del 56% più basso fra i cultori degli sport di racchetta (tennis, badminton, squash, ...), del 41% inferiore fra i nuotatori e del 36% più basso fra i cultori dell'aerobica.

"I nostri risultati indicano che non è importante solo quanto spesso si fa sport, ma anche che tipo di esercizio si sceglie", spiega l'autore senior della ricerca, Emmanuel Stamatakis. "Gli studi futuri - conclude - dovrebbero aiutare a rafforzare ulteriormente questa base di dati specifici, e a capire come consentire una maggiore partecipazione sportiva a tutte le età e in tutti i ceti sociali".

fonte ADNKRONOS

tratto da          

il Badminton è uno sport che offre molteplici benefici per la salute e promuove la longevità

Giocare a badminton su base regolare protegge da varie malattie di cuore, il muscolo cardiaco è rafforzata, aiuta ed aumenta la frequenza cardiaca, riduce l'ipertensione e mantiene i vasi sanguigni evitando ulteriori complicazioni di salute, aiuta la lieve dispnea nella mezza età riducendo di fatto il rischio di morte.

La frequenza cardiaca è il numero di battiti del cuore, rilevato in un determinato periodo temporale. Nell'uso più comune la frequenza viene riferita al numero di battiti al minuto, e l'unità di misura utilizzata è indicata con l'abbreviazione 'bpm' (che sta per 'beat-per-minute', appunto battiti al minuto). Essendo un preciso indicatore di come sta lavorando il nostro cuore, conoscere, misurare e valutare la frequenza cardiaca è un'ottima pratica anche per ottimizzare gli allenamenti sportivi.

L'iperteso può trarre grandi vantaggi dal giocare a badminton, perché la frequenza cardiaca basale scende per un paio di battiti al minuto e riduce anche la pressione sanguigna in modo significativo. Di fatto un grande aiuto per scongiurare l'ipertensione, senza la necessità di farmaci e contribuisce a ridurre la dose di farmaci necessari nei casi più gravi di ipertensione.

Altro beneficio per la salute è che esso riduce i livelli di colesterolo cattivo e aumenta i livelli di colesterolo buono nel corpo. Il problema sorge quando delle cellule speciali catturano le LDL(Lipoproteine a bassa densità) e ne depositano il grasso contenuto sulle pareti dei vasi sanguigni: questo processo prende il nome di aterosclerosi. Il colesterolo così depositato provoca il restringimento dei vasi e ciò può condurre ad attacchi cardiaci e ictus. Questo è il motivo per cui l’LDL è noto come colesterolo cattivo. Le HDL (Lipoproteine ad alta densità) invece si occupano di raccogliere il colesterolo cattivo riportarlo al fegato, questo è il motivo per cui è noto come colesterolo buono.

Il Badminton può anche aiutare le persone in sovrappeso a ridurre il grasso e raggiungere il peso ottimale per la loro età e altezza. Questo accade perché si bruciano notevoli quantità di calorie prevenendo accumulo di grasso. Un fatto ancora più importante per quanto riguarda i problemi di persone in sovrappeso è che, mentre si gioca a badminton, il grasso esistente viene utilizzato per produrre energia.

Giocare a Badminton aiuta e previene l'osteoporosi perché aiuta l'attività delle cellule che formano osso e aiuta anche ad assorbire il calcio nella matrice ossea, che rinforza. L'osteoporosi è una condizione in cui lo scheletro è soggetto a perdita di massa ossea e resistenza causata da fattori nutrizionali, metabolici o patologici. Lo scheletro è quindi soggetto a un maggiore rischio di fratture patologiche, in seguito alla diminuzione di densità ossea e alle modificazioni della micro architettura delle ossa. Le persone che soffrono di osteoporosi hanno ridotto la forza delle ossa e questo significa che è molto facile per loro essere soggetti a fratture ossee.

Il Badminton aiuta a mantenersi in forma a sentirsi bene, sano, motivato ed entusiasta.